Regione Veneto

AVVISO PER L’ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI ALIMENTARI

Ultima modifica 7 aprile 2020

IL SINDACO RENDE NOTO IL PRESENTE

AVVISO

PER L’ASSEGNAZIONE DEI BENEFICI ALIMENTARI A FAVORE DI PERSONE E/O FAMIGLIE IN CONDIZIONI DI DISAGIO ECONOMICO E SOCIALE CAUSATO DALLA SITUAZIONE EMERGENZIALE IN ATTO, PROVOCATA DALLA DIFFUSIONE DI AG/ENTI VIRALI TRASMISSIBILI (COVID-19) - ORDINANZA DEL CAPO DELLA PROTEZIONE CIVILE N. 658/2020 – DELIBERA DI G.C. N. 30 DEL 06.04.2020 –

OGGETTO E BENEFICIARI:
Il presente avviso è diramato in costanza della situazione emergenziale dovuta alla diffusione del virus Covid-19 ed è volto a sostenere le persone e le famiglie in condizioni di assoluto momentaneo disagio. Possono presentare istanza di ammissione all’ erogazione di un buono spesa le persone o i nuclei familiari, anche monoparentali, in difficoltà economiche.
I buoni, del valore nominale di euro 25,00 ciascuno, saranno emessi in almeno due tranches, di cui la prima, oggetto del presente avviso, avrà un importo massimo di euro 13.000,00 complessivi. L’ulteriore importo disponibile, fino a concorrenza della somma assegnata dall’Ordinanza della Protezione Civile n. 658/2020, sarà messa a disposizione con successivi atti.

 

Presentazione richieste

Le richieste, al fine di avere un censimento delle necessità, evitando nel contempo il rischio di contagio da aggregazioni, file, e inutili spostamenti di persone potranno essere effettuate secondo le seguenti modalità: a) in via principale in modalità telematica (secondo le istruzioni che saranno fornite sul sito istituzionale QUI).

b) in via subordinata, nel caso di difficoltà o impossibilità all'uso della modalità telematica, rivolgendosi all'Assistente Sociale chiamando il numero 320/4303340 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00;

La domanda sottoscritta dovrà risultare agli atti del Comune entro il momento della consegna dei buoni, pena l’esclusione dall’assegnazione degli stessi (la sottoscrizione di quanto dichiarato potrà essere anche contestuale alla consegna dei buoni).

La domanda va presentata utilizzando il modello di autocertificazione in cui andranno indicati i requisiti di ammissione specificati.

 

FINALITÀ: Il beneficio è volto ad integrare il reddito familiare per quanto attiene alla gestione della spesa di generi alimentari o di beni di prima necessità, in costanza della situazione di emergenza epidemiologica in atto.

 

CRITERI E IMPORTO DEI BUONI SPETTANTI

L’Ufficio dei servizi sociali è chiamato ad individuare la platea dei beneficiari ed il relativo contributo tra i nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica da virus COVID-19, e tra quelli in stato di bisogno, per soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali con priorità per quelli non già assegnatari di sostegno pubblico, secondo il seguente ordine di priorità:

 Nuclei familiari o persone singole già in carico al Servizio Sociale per situazioni di criticità, fragilità, multiproblematicità, se non beneficiarie di Reddito di Inclusione o di Reddito di Cittadinanza.

In questa tipologia sono compresi:

-  nuclei familiari di cui facciano parte minori;

-  nuclei monogenitoriali privi di reddito o in situazioni economiche tali da non poter soddisfare i bisogni

primari dei minori;

-  presenza nel nucleo familiare di disabilità permanenti associate a disagio economico;

-  nuclei familiari con situazioni di patologie che determinano una situazione di disagio socioeconomico;

 Nuclei familiari monoreddito il cui titolare ha richiesto trattamento di sostegno al reddito o il datore di lavoro ha richiesto ammissione al trattamento di sostegno del reddito, ai sensi del D.L. 18/2020, o il datore di lavoro abbia sospeso e/o ridotto l’orario di lavoro per cause non riconducibili a responsabilità del lavoratore.

 Persone segnalate dai soggetti di Terzo Settore che si occupano di contrasto alla povertà.

 Persone che non sono titolari di alcun reddito

In subordine, potranno essere assegnate risorse, se disponibili, a nuclei familiari beneficiari di Reddito di Inclusione o Reddito di Cittadinanza, e di famiglie assegnatarie di borse alimentari da parte delle associazioni di volontariato locali: le valutazioni per procedere alle assegnazioni predette dovranno tener conto dei bisogni rilevati nell’ambito dell’analisi preliminare o del quadro di analisi, con priorità per chi fruisce di un minore beneficio.

Sono esclusi i nuclei familiari possessori di disponibilità finanziarie (liquidità e patrimonio mobiliare) possedute alla data del 31.03.2020 per un importo superiore a € 5.000,00.

L’importo del buono spesa, una tantum, sarà proporzionato alla consistenza del nucleo familiare/che sarà compreso indicativamente tra un minimo di 150,00 € ad un massimo di 800,00 €, in base al seguente schema:
Buono spesa in base al numero di componenti della famiglia:

Nucleo familiare con una persona € 150,00
Nucleo familiare con due persone € 300,00
Nucleo familiare con tre persone € 450,00
Nucleo familiare con quattro persone € 600,00
Nuclei familiari con 5 o più componenti € 800,00
Potrà presentare domanda un solo componente per nucleo familiare.

Ulteriori concessioni rispetto a quanto indicato, saranno valutate in base alle risorse disponibili, in base agli elementi di criticità che i Servizi Sociali rileveranno.

L’importo del buono spesa spettante, una tantum, sarà definito tenendo conto delle risorse disponibili e delle domande che perverranno, avuto riguardo anche della composizione del nucleo familiare (presenza di

minori, diversamente abili, anziani in difficoltà, ecc.).

Qualora invece le risorse non siano sufficienti a soddisfare le richieste meritevoli di accoglimento, le risorse per famiglia saranno ridotte in proporzione ai fondi a disposizione, tenuto conto delle domande pervenute. I Servizi Sociali potranno comunque pervenire ad assegnazioni parzialmente diverse dai criteri sopra delineati, sulla base nelle necessità rilevate dall’analisi economica e sociale dei nuclei assegnatari.

In seguito all’istruttoria svolta dai Servizi Sociali, verrà emesso apposito provvedimento di assegnazione da parte del Responsabile dei Servizi predetti. Gli assegnatari saranno contattati a mezzo telefono o via e- mail, per la comunicazione dell’esito della domanda presentata e la consegna dei buoni spettanti, accompagnati dalle relative istruzioni per l’utilizzo.

 

MODALITÀ DI UTILIZZO DEL BUONO SPESA

Gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa saranno pubblicati sul sito internet comunale individuandone le tipologie, sulla base di quanto previsto dall’allegato 1) al D.P.C.M. 11 marzo 2020 e tenendo conto dei limiti agli spostamenti imposti dalla normativa emergenziale che limitano gli stessi al comune di residenza ovvero a quello più vicino in caso di assenza di esercizi commerciali sul territorio comunale.

Si ricorda che l’ordinanza della Protezione Civile prevede che i buoni siano utilizzabili per l’acquisto esclusivamente di alimenti e di beni di prima necessità.

 

TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE: Le domande dovranno pervenire via telematica attraverso il sito www.comune.annoneveneto.ve.it ,o via telefonica, contattando l’Ufficio Servizi Sociali al numero tel. 320/4303340, dl lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12, entro il giorno 17.04.2020.

F.to Il Sindaco

Victor Luvison

Avviso Scaricabile
Allegato 594.00 KB formato pdf
Scarica